Programmi per la scuola

L’offerta didattica del Museo prevede tre possibilità di visita:

1 visita guidata nelle sezioni espositive a scelta tra
a) Astronomia
b) Mineralogia
c) Paleontologia e Paleoantropologia
d) Entomologia
e) Malacologia e Biologia marina
f) Tassidermia (uccelli e mammiferi) ed Embriologia e Teratologia

Alla visita è abbinato un laboratorio didattico a scelta tra:
– Aspiranti scienziati cercasi
– Giochiamo con aria acqua terra fuoco
– Esperimenti scientifici presentati come attività ludiche

Inoltre la classe potrà visitare gratuitamente le restanti sezioni accompagnata da un collaboratore del Museo.

2 visita guidata nel PARCO FAUNISTICO, percorso esterno dove ammirare un gran numero di animali selvatici divenuti ospiti permanenti.
Il Parco si snoda all’interno del bosco di leccio lungo un rilassante e suggestivo percorso. Oltre agli animali, si potranno osservare le tipiche costruzioni della tradizione contadina (il capanno degli attrezzi, il pollaio, la “cranara”, il muro a secco).

3 visita guidata nel VIVARIUM.
Il Vivarium racchiude terrari ed acquari con ricostruzioni ambientali con Rettili, Anfibi e Invertebrati.

Per le scuole, il Museo, il Parco faunistico o il Vivarium sono visitabili ogni giorno su prenotazione con visita guidata obbligatoria.

Anche alla visita del Parco faunistico o del Vivarium è abbinato un laboratorio didattico a scelta tra:
– Aspiranti scienziati cercasi
– Giochiamo con aria acqua terra fuoco
– Esperimenti scientifici presentati come attività ludiche

Costi

Dalle ore 9.00 alle 12.00
visita guidata + 1 laboratorio
Dalle ore 9.00 alle 16.00
visita guidata + 2 laboratori
Dalle ore 9.00 alle 16.00
visita guidata + 2 laboratori + pranzo

€ 8,00

€ 13,00

€ 18,00

Prenotazioni e informazioni
info@ildadogira.it
tel. 345 6186364 (ore ufficio)

Università – Tirocini e Tesi di laurea

Il Museo di Storia naturale del Salento, costituisce sul territorio il polo scientifico complementare e alternativo all’Università del Salento, con la quale intrattiene rapporti a vari livelli.

Relativamente agli studenti si pone, da una parte, come centro di approfondimento di discipline non svolte nei programmi curriculari delle Università e, dall’altra, come sede di tirocini, nei quali sono impartite nozioni sulle discipline meno studiate in Università, combinate con elementi di gestione museale e conseguente avvicinamento al mondo del lavoro. In genere i tirocini hanno il fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi. A tal proposito si stipula convenzione con le Università per accogliere studenti iscritti a corsi di laurea triennale, di laurea specialistica, dottorati di ricerca, di perfezionamento, master e scuole di specializzazione.

È possibile suddividere i tirocini in Tirocinio didattico e Tirocinio orientativo: per il primo si concordano le modalità di attuazione, il periodo nel quale lo stesso dovrà essere svolto, il numero degli studenti partecipanti e si darà esecuzione agli accordi stipulati, anche nominando i tutor. Il secondo si svolge su libera iniziativa dello studente o laureato, con la finalità di realizzare, come già detto, momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro.

Durante lo svolgimento dei tirocini, l’attività di formazione ed orientamento è seguita e verificata da tutor designati sia dal soggetto promotore (Università) in veste di responsabile didattico-organizzativo sia da un responsabile aziendale, indicato dal Museo o dall’Osservatorio.

Un altro aspetto di rilievo dell’attività didattica museale consiste nella possibilità per gli studenti dei corsi di laurea in Scienze biologiche, Scienze naturali, Scienze ambientali e Veterinaria di svolgere la propria tesi di laurea presso il Museo seguiti dagli esperti in funzione di correlatori.

Tale attività è di particolare rilievo, entrando nel ciclo conclusivo del percorso didattico.

Gli accordi possono essere presi in via informale dagli stessi studenti, ma vanno poi regolarizzati dai Dipartimenti delle Università di appartenenza.

Naturalia, Ambienti, Flora e Fauna del Salento

Vai alla sezione dedicata

Schede fauna

Laboratorio Didattico

Non ancora attivato

Che animale è?

Vai alla sezione dedicata

Che pianta è?

Vai alla sezione dedicata

Biblioteca

Vai alla sezione dedicata

Volontariato

Tutti gli studenti universitari afferenti ai corsi di laurea in Scienze biologiche, Scienze naturali, Scienze ambientali, Veterinaria e corsi di laurea simili possono partecipare alle attività del Museo e dell’Osservatorio a titolo di volontariato gratuito. Il reciproco vantaggio delle attività di volontariato consiste, da parte degli studenti, nell’acquisire nozioni, tecniche, metodi sia didattici che gestionali relativi agli ambiti disciplinari scelti (paleontologia, entomologia, ornitologia, erpetologia, recupero fauna selvatica ed esotica, botanica, terraristica), da parte del Museo, nell’avere a disposizione personale che coadiuvi quello in pianta stabile per migliorare i vari servizi offerti. Inoltre, gli studenti interessati potrebbero essere inseriti in progetti di ricerca che, se finanziati, darebbero loro anche un’opportunità lavorativa.